Saggi

Ludica e selvaggia: la Venere Plutonica gemellare nell’Arte

Venere non è solo amore, è anche arte e senso estetico. Plutone non è solo ombra, è anche creatività e trasformazione. L’idea, allora, è proporre suggestioni sulla dialettica Venere-Plutone e rintracciare analogie tra la produzione artistica di alcuni pittori con Venere Plutonica e le simbologie astrologiche. Più precisamente, il riferimento sarà ad artisti nati nel periodo in cui Plutone soggiornava nella sua sede di esaltazione, ossia in Gemelli, nella convinzione che Plutone sia in grado di de-formare a sua immagine e somiglianza qualsiasi Venere che con lui entri in relazione. Nella prima parte si introdurranno sommariamente i significati riconducibili ai due pianeti, poi seguirà un approfondimento sul segno dei Gemelli. Successivamente si sposterà l’attenzione sul significato di Venere Plutonica in senso stretto e nella sua nuance gemellare. Infine, si esporrà un’interpretazione in chiave astrologica dello stile e dell’opera degli artisti qui considerati (Max Ernst, Balthus, Francis Bacon, Yves Tanguy, Tamara de Lempicka).

Emanulea Lang

Potrebbe piacerti...